Prima Categoria, Girone F – Meraviglioso Praeneste, poker al Giardinetti per chiudere in bellezza

PRAENESTE – GIARDINETTI 4-1

PRAENESTE: Di Stefano, Saccucci(14’ st Veccia), G.Mattogno(17’ st Pinci), Vitrano(35’ st N.Niola), Luciani, Cilia, Guglielmi, Bylyshi, Antonelli, Ammassari, Macaluso
A disp: D.Mattogno, Laurelli, Marini, Sabelli
All. Stefano Ferretti
GIARDINETTI: Cortini, Felicello(38’ st Mariani), Cipollone, Carboni, Spoletini, Tufshe, Palombi, Menotti, Bongars, Chikwendu(17’ st Codispoti), Signore(11’ st Di Giorgio)

A disp: Terrasi, Caldarone, Scipioni, Pascoletti

All. Marco Russo
Reti: 1’ st Ammassari, 12’ st Guglielmi, 34’ st Macaluso, 40’ st Antonelli, 45’ st Palombi rig. (G)
Ammonizioni: Menotti, Luciani

Arbitro: Simone Eletti di Tivoli

Dopo la Pasqua uno dei posti in palio per la coppa Lazio passa dal match di Gallicano odierno. Giardinetti senza Turcarelli squalificato e le punte Appolloni e Merli affronta a viso aperto la miglior squadre del girone di ritorno, che parte a spron battuto ma pecca nelle prime fasi di lucidità gestendo male alcuni possessi. Quando la palla arriva lì davanti però sono dolori e Macaluso in acrobazia cerca il gol al decimo minuto, sfiorandolo di pochi centimetri. Gioca bene anche la formazione romana, i prenestini lasciano un paio di volte la tre-quarti sgombra consentendo la soluzione dalla distanza, nella situazione più intricata ci pensa Di Stefano che si distende efficacemente sulla sua destra. In casa arancio verde l’uomo più pericoloso è Bylyshi che arriva in tre occasioni vicino al gol. Prima un suggerimento sventato da Cortini in uscita, poi la chance ghiotta in area su mischia che il centrocampista conclude con un destro vicinissimo al palo lontano, infine una sassata controllata in due tempi da Cortini. Ospiti mai domi e rallentati in attacco da una difesa di casa a tratti perfetta, sorretta da un Di Stefano puntuale nelle uscite alte. Tanto agonismo, ma il risultato nel primo tempo non ne vuole sapere di sbloccarsi.

Basta invece il primo minuto della seconda frazione a rompere l’equilibrio, Ammassari stoppa all’altezza della linea laterale destra per poi lanciarsi verso l’area, saltato un difensore il bomber non ci pensa due volte a scaricare col mancino e Cortini sul primo palo è sorpreso. Match indirizzato a favore dei locali che sembrano aumentare di intensità eccetto cinque minuti successivi alla rete che vedono il Giardinetti spingersi in avanti. Dieci giri di lancette e il Praeneste prova a mettere la parola fine, Antonelli è tambureggiante a metà campo, vince due contrasti e si apre lo spazio con un intelligente scarico verso l’accorrente Guglielmi, l’esterno pensa prima al cross poi rientra sul piede preferito e batte col sinistro in diagonale Cortini. Non è il risultato a dare l’impressione che la gara sia finita ma piuttosto l’atteggiamento sicuro e ancora propositivo dei prenestini, che rischiano poco e pungono ad intervalli regolari. Alla ricerca della segnatura ora Macaluso e Antonelli, col primo pescato in fuorigioco, le forze vengono a mancare per il Giardinetti che sbaglia anche in impostazione. Tutto volge per il meglio ma a dare la massima sicurezza arriva il guizzo proprio di Macaluso, abile a smarcarsi sul secondo palo ricevendo così l’ennesimo assist stagionale di Guglielmi e grazie al sopraffino velo di Antonelli. Piattone a porta vuota per il 3-0, successo in ghiaccio ma nel finale altre emozioni animano l’incontro, arriva innanzitutto il poker con la firma di Antonelli abile ad approfittare dello scivolone di Spoletini e freddare l’incolpevole Cortini. Festa completa e quasi allo scadere il direttore di gara può assegnare a cuor leggero un rigore assai generoso, che consente a Palombi di siglare il gol della bandiera. Macchina arancio verde perfetta e intenzionata a mettere la griffe sulle ultime tre sfide.

Area Comunicazione Praeneste

Lascia un commento