Eccellenza, Girone A – Tre volte Toscano, due volte Rocchi: il Ladispoli fa festa in casa della Vigor Acquapendente. Il ds Olimpieri: “I nostri giovani crescono, non regaleremo nulla a nessuno”

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE – USD LADISPOLI                                                                  1-6

(PRIMO TEMPO 0-2)

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Domenico Palombi, Brizi, Cecconi, Laudani, Bigerna (24° st Belardi), Surber, Coccetti (36° st Casaccia), Calabretta, De Sousa (3° st Bacchi), Mello Corbellini, Matteo Palombi

A DISPOSIZIONE: Barbabella, Casaccia

ALLENATORE: Colonnelli

 

USD LADISPOLI: Travaglini, Salvato (13° st Soccorsi), Barone, Tollardo (23° st Totino), Di Gioacchino, Lupo, Marvelli, Bertini, Niccolò Rocchi (4° st Toscano), La Rosa, De Fato

A DISPOSIZIONE: Agostini, Mastrodonato, Morasca, Mancini

DIRIGENTE ACCOMPAGNATORE: Zannini

 

ARBITRO: Alessandro Martinelli di Ostia Lido. Assistente 1 Roberto De Iorio di Roma 1 ed assistente 2 Alberto Zoni di Roma 2

 

MARCATORI: 27° pt Rocchi (UL), 41° pt Tallardo (UL), 2° st Rocchi (UL), 16° st Matteo Palombi (PVA), 21° st Toscano (UL), 23° Toscano (UL), 43° st Toscano (UL)

 

NOTE: Espulso 32° st Laudani (PVA) con rosso diretto per reazione di gioco definita esagerata. Ammonito 32° st Bertino (UL)

 

La Vigor perde ma la retrocessione diretta in Promozione è ancora rinviata. Il pomeriggio infrasettimanale del Vitali dice soprattutto che il Ladispoli ha ancora carte buonissime da giocare nella corsa play-off. Le reti di Rocchi e Tollardo abbinate alle giocate di Marvelli indirizzano già nel primo tempo la gara nelle mani tirreniche. La Vigor mette sul piatto-gara le conclusioni di Calabretta e Mello Corbellini. Bomber Toscano in ventiquattro minuti di gioco effettivi mette a segno una tripletta dimostrandosi mortifero ed infallibile sotto porta. A corollario di questo la rete di Rocchi e le giocate di Bertino. La rete di Matteo Palombi e le conclusioni di Calabretta, Belardi e Mello Corbellini qualificano le trame di una Vigor ridotta in dieci per l’espulsione onestamente troppo penalizzante di Laudani.

IL DOPOPARTITA

La zona play out fa rima a partire da oggi pomeriggio con il concetto di “mega miracolo sportivo” almeno per la Vigor. Dovrebbe vincere le tre partite rimanenti e la Compagnia Portuale perderne altrettante affinchè questo si verifichi. “Sono contento soprattutto per Matteo Palombi”, sottolinea il Direttore Sportivo Giuseppe Olimpieri, “che al rientro da un brutto infortunio è riuscito ad andare in rete. Il tutto frutto di una azione personale entusiasmante che sintetizza la bella stagione del ragazzo di Ronciglione che oltre a realizzare sette reti ha con le proprio giocate dato tasso tecnico alla squadra”.

Con le speranze raggiungimento play-out quasi del tutto azzerate, il Direttore Sportivo guarda comunque all’imminente futuro con spirito giusto. “Mancano ancora tre gare alla fine”, sottolinea “e le avversarie che avremmo di fronte dovranno stuzzicare le nostre intenzioni di impegnarci a far bene senza regalare niente a nessuno. Domenica andremo a Tolfa squadra che dopo il successo casalingo con l’Usd Lepanto è pienamente in corsa per un posto al sole nella griglia playout, poi ci recheremo a Lepanto formazione di media classifica e poi affronteremo in casa la ASD Compagnia Portuale Civitavecchia 2005 impegnata a nella corsa griglia play-out. Ci sono quindi tutti i presupposti stuzzicanti per valutare il termometro di crescita dei nostri giovani Under 19 che giornata dopo giornata crescono pian pianino con obiettivo di farsi trovare pronti ad una prossima stagione che sarà sicuramente impegnativa”. Aria diversa quella che onestamente si respira nello spogliatoio ospite. Occhi ed applausi da parte di giocatori e dirigenti per uno sparuto manipolo di tifosi che ha seguito con uno striscione fino in altoviterbese una squadra che li ha premiati con tre punti che tengono ancora in vita le speranze playoff.

Ufficio Stampa Vigor Acquapendente

Lascia un commento