ESCLUSIVA Prima Categoria, Girone E – Panico a Cerreto, Cecconi chiarisce: “Arbitraggio pessimo, ma poi è stata follia!”

È finito a calci e pugni l’incontro fra l’Atletico Cerreto e la Roma VIII. Una rissa a senso unico, cominciata in campo per mano di un subentrato ospite – il numero 16 -. Un agguato, poi protrattosi anche all’esterno, con protagonisti un piccolo manipolo di scalmanati, sostenitori della compagine di Torbellamonaca.

La vicenda è stata raccontata già da Dentromagazine.comma date le versione discordanti e poco chiare, la redazione di Lazioingol.it ha tentato di far maggior lume. A tal proposito abbiamo ascoltato in esclusiva il parere di Andrea Cecconi, estremo difensore del Cerreto. L’incipit basterebbe già a riassumere tutta la questione: “Una follia, mai vista una cosa del genere. Per quanto riguarda la partita ho poco da dire. È stata gestita malamente dall’arbitro, fino alla quinta espulsione. Da lì il quinto giocatore espulso per la Roma VIII ha acceso la rissa. Io non ho visto coi miei occhi, ma i miei compagni mi hanno riportato che ha colpito più volte l’arbitro, costretto a chiudersi negli spogliatoi. La partita si è chiusa in anticipo. Al momento del fischio conclusivo i supporters ospiti hanno scavalcato il cancello che porta al campo. Erano in 4-5, hanno preso di mira due miei compagni di squadra, colpendoli violentemente. Poi sono arrivati i Carabinieri e la situazione si è leggermente calmata, siamo rientrati dentro gli spogliatoi”. 

Non è semplice ricostruire i fatti, nonostante l’aggressione sia avvenuta solo poco più di 24 ore fa. Momenti concitati, di paura. Si è temuto il peggio. Cecconi non lo nasconde: “I tifosi hanno scavalcato il cancello e sono entrati in campo, con le chiare intenzioni di colpirci. Abbiamo temuto il peggio. E dire che nell’arco dei minuti di gioco la Roma VIII non mi è sembrata per nulla una squadra di delinquenti. Anzi, al contrario la partita è stata molto corretta. Posso dire che è stata gestita male dall’arbitro proprio perché di falli di gioco ne sono stati fatti veramente pochi. E a parte il numero 16, che ha meritato il provvedimento perché ha sputato ad un giocatore dell’Atletico, il resto della squadra non ha creato alcun problema. Parliamo di ragazzi tranquilli”.

 

 

One thought on “ESCLUSIVA Prima Categoria, Girone E – Panico a Cerreto, Cecconi chiarisce: “Arbitraggio pessimo, ma poi è stata follia!”

  1. Nella Roma Viii militano giocatori che nulla hanno a che vedere per storia sportiva e per correttezza con chi ha partecipato a questa vergognosa rissa.Per correttezza la testata dovrebbe contattare anche questi giocatori che hanno la stessa dignità sportiva del signor Cecconi .

Lascia un commento