Coppa Italia Promozione – Atletico Lariano, Proietti affonda il La Rustica

Prova incolore dei biancorossi di casa, battuti dall’acuto di Proietti, ed ora chiamati all’impresa nel match di ritorno

la rustica calcioLA RUSTICA: Tanturri, Magliocca (29’st Maxim), Festa, Anselmi, G. Quadrini (23’st Marku), Cicinelli, Martino, Alfonsi, Polani (1’st Asciolla), D. Quadrini, Bonanni. A disp: Severoni, Zini, Verdolini, Petrungaro. All. Daniele Paolini

atl-larLARIANO: Mariani, Quattrocchi, S. Proietti (11’st Pantoni), Botticelli, Tafani (31’st Germini), Pomponi, Dolhascu, Innocenzi, V. Proietti (36’st Raponi), Mastrella, Colasanti. A disp: Tulletti, Carosi, Filitti, De Angelis. All. Damiano Cavola

 

ARBITRO: Valentini di Ciampino

ASSISTENTI: Poggetti e Raganelli di Roma1

MARCATORE: 35’pt V. Proietti

NOTE: Spettatori 50 circa. Angoli: 2-2. Recupero: 0’pt; 6’st

ROMA – Una settimana dopo l’Eccellenza, anche in Promozione è tempo di C. Italia; a Via Galatea si scende in campo per l’andata dei 32mi di finale, o se preferite per il primo turno della seconda competizione regionale di categoria. Come spesso accade in questi casi, i due tecnici approfittano dell’impegno per schierare in campo coloro i quali hanno avuto poco spazio finora in campionato. Nei romani di casa è così l’occasione per vedere in campo l’ex centrocampista professionista che ha indossato le maglie di Samp, Lazio, Palermo, oltre a Pescara e Genoa Massimo Bonanni, divenuto da due anni l’allenatore-giocatore dei biancorossi. Non convocati Delle Monache e Apruzzese, mentre Sandulli sconta il primo dei quattro turni di squalifica risalenti al campionato scorso, quando indossava la maglia dell’Alberone.

La prima ed unica emozione di un primo tempo assolutamente soporifero arriva al 19′; destro dal limite di Alfonsi che viene neutralizzato e respinto con i pugni in tuffo da Mariani. Il punteggio si sblocca solo al 35′: Anselmi perde un pallone a centrocampo, avviando così il contropiede dei giocatori avversari finalizzata a dovere dalla coppia Proietti, con Samuele che serve l’assist vincente al compagno di squadra Valerio, scattato però in evidente posizione di fuorigioco. Bravo Tanturri nel respingere la prima conclusione, ma sulla ribattuta l’ex Certosa proprio non può far nulla ed il Lariano passa così in vantaggio. Una rete pesantissima nell’ottica del doppio confronto, che costringe il La Rustica a produrre lo sforzo massimo nel tentativo di riequilibrare l’incontro e cercare di vincere per poi andare a giocarsi il tutto per tutto all’Abbafati. Si va così all’intervallo sul punteggio di 0-1 in favore dei gialloverdi ospiti.

La ripresa si apre con il cambio nei padroni di casa; fuori un impalpabile Polani, dentro il giovane ’98 Asciolla. Al 13′ ci prova Bonanni con un gran destro da posizione defilata, ma ottima è la risposta del numero uno avversario Mariani, che respinge il pallone a mano aperta. Due giri di lancette più tardi, è l’ex Treviso e Sassuolo Daniele Quadrini a cercare la via del goal su punizione, ma il bellissimo tiro a giro viene deviato altrettanto egregiamente in corner dal portiere del Lariano, che toglie il pallone dall’incrocio dei pali (14′). Nella seconda parte di questa frazione, non accade più nulla (cambi a parte) e quindi il risultato finale (dopo sei incredibili minuti di recupero) è di 1-0 in favore del Lariano, che ora potrà difenderlo nel return-match in casa, fra quindici giorni.

Probabilmente, perdere l’impegno infrasettimanale di Coppa non è poi così drammatico. Sta di fatto che, in ottica campionato, il La Rustica ha bisogno di qualcosina in più là davanti. Soprattutto ora che Spinetti è out per infortunio e Polani non è più devastante come qualche stagione fa. A centrocampo mancano le geometrie di Urbani, che sta recuperando dall’operazione al crociato. Questa squadra ha un organico di tutto rispetto, ma forse manca qualcosa a livello di gioco espresso e quindi di idee per arrivare in porta. Siamo però soltanto alla settima di campionato, c’è tutto il tempo per crescere e iniziare ad insidiare chi magari è partito dichiaratamente con l’obiettivo di vincere il campionato. Quanto al Lariano, la squadra vista oggi a Via Galatea non merita certamente i soli 4 punti conquistati finora in campionato, anche se il goal vittoria è sostanzialmente irregolare; la squadra ha una precisa identità di gioco e interpreti che possono sicuramente far bene in campionato.

Giorgio Zanirato – Sport.paconline.it

Lascia un commento