Eccellenza, Girone A – La Lepanto fa visita all’Almas. Ds Rocconi: “Assenze? Non accampiamo alibi”

Un passaggio a vuoto non pronosticabile, sicuramente rumoroso. La Lepanto Marino ha abbandonato subito la Coppa Italia di Eccellenza per mano del Formia che, dopo il 3-3 della gara d’andata, si è imposta con un rotondo 4-0 in un Fiore ancora a porte chiuse. Un risultato che ha lasciato un po’ d’amarezza in casa marinese anche se erano tanti i big fuori (per scelta tecnica o infortunio) per l’occasione. «C’è modo e modo di perderedice il direttore sportivo Livio Rocconi -, diciamo che mercoledì abbiamo vissuto una giornata totalmente storta: ci sarebbe piaciuto onorare meglio la Coppa che l’anno scorso in Promozione ci ha regalato una grandissima gioia».

La Lepanto, pur lamentando tra andata e ritorno due errori “molto pesanti” dei direttori di gara, non vuole accampare scuse. «Il Formia ha meritato, chi ha avuto l’opportunità di mettersi in mostra dei nostri ragazzi non l’ha sfruttata in pieno. Ma siamo convinti che questi ragazzi sappiano immediatamente mettersi alle spalle questa prestazione». Il calendario non aiuta granchè la squadra marinese, reduce da un punto nelle ultime due giornate di campionato (sconfitta con l’Astrea e pari con la Valle del Tevere): domenica si va al Fuso di Ciampino per far visita all’Almas.

«Non vedo cali di rendimento rispetto alle prime due giornate – spiega Rocconi – Abbiamo giocato con due squadre molto valide come Astrea e Valle del Tevere e poi c’è stata la giornata-no vissuta mercoledì. Domenica faremo visita alla squadra più in forma di questo inizio stagione assieme all’Sff Atletico: l’Almas è allenata da un tecnico di grande spessore e conta su giocatori di spessore, ma noi vogliamo vedere una reazione immediata da parte dei ragazzi. Purtroppo mancherà ancora Vartolo che soffre per un problema al tendine d’Achille e che ne avrà ancora per un po’ e pure Petrangeli è in forte dubbio, inoltre non sarà in panchina mister Leone che è stato squalificato. Ma non cerchiamo alibi e siamo convinti di poter vedere una buona Lepanto».

Tiziano Pompili – Ilmessaggero.it

Lascia un commento