Promozione, Girone C – Frascati, l’analisi schietta di De Nigris: “Possiamo fare meglio”

DE NIGRIS – “È stata una partita giocata ad armi pari – ha spiegato Lorenzo De Nigris – decisa purtroppo da un gol dovuto ad un momentaneo blackout della squadra durante il primo tempo. Dopo quell’episodio ci siamo messi sotto e abbiamo cercato in tutti i modi di pareggiare la partita ma, complice anche una bellissima parata del portiere della Semprevisa su un colpo di testa di Rocchi, non ci siamo riusciti nonostante sarebbe stato più che meritato. Ci sono stati dei passi in avanti rispetto alla prima partita: abbiamo avuto meno momenti di difficoltà, giocando alla pari dei nostri avversari. Purtroppo, però, la classifica parla di due partite e zero punti, quindi possiamo solo che prenderne atto e continuare a lavorare ancora più duramente, perchè prima o poi i sacrifici fatti verranno ripagati. Abbiamo incontrato due buone squadre, ma siamo consapevoli della nostra forza e delle nostre possibilità e di sicuro possiamo fare molto meglio di quanto visto nelle prime due partite”.

Una partenza con le marce alte la scorsa stagione e col freno a mano tirato in queste prime due uscite ufficiali, almeno sul piano dei risultati. Ma non c’è una vera problematica tecnica, sono i dettagli che vanno perfezionati, così come l’intesa tra vecchi e nuovi e quella tra i reparti. “Secondo me non c è un motivo particolare per queste due sconfittecontinua l’esterno del Frascatie sicuramente non penso che abbiamo peccato di superficialità. Dobbiamo lavorare più sulla testa perchè abbiamo momenti di sbandamento che dobbiamo cercare di evitare. Sappiamo che sarà un campionato difficile, ma siamo pronti a conquistare più punti possibili e continuando a lavorare come stiamo facendo ce la possiamo fare”.

Ovviamente tutta la piazza si aspetta un contributo importante proprio da De Nigris, lo scorso anno tra i grandi protagonisti dell’ottimo campionato dei castellani. “L’infortunio sul finire della passata stagione non ha pregiudicato la mia preparazione – sottolinea – ho recuperato al 100%, mi sento bene e sono pronto ad aiutare la squadra, qualora il mister decida di mettermi in campo, per raggiungere il prima possibile la salvezza. Una volta conquistato l’obiettivo minimo, potremo giocare con più serenità e toglierci qualche soddisfazione ulteriore”.

Ilmamilio.it

Lascia un commento